Beni comuni per la democrazia

Beni comuni per la democrazia - Laura Pennacchi | Kritjur.org Leggi il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 sul tuo smartphone. E molto altro ancora su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Laura Pennacchi
DIMENSIONE
11,5 MB
NOME DEL FILE
Beni comuni per la democrazia.pdf
ISBN
7758277304150

DESCRIZIONE

Come custodire ciò che è comune, in un tempo che sempre più si caratterizza per l'individualismo? Come mantenere aperto tale spazio, quando sembra piuttosto imporsi la dimensione della proprietà, negli ambiti più disparati? Come renderlo vitale, perché contribuisca al benessere del paese e a quello della famiglia umana? Come tutelare la varietà di beni fondamentali - acqua, aria e terra, ma anche conoscenza e legalità? - che danno sostanza e corpo al bene comune? A queste domande rispondono Laura Pennacchi e Alberto Bondolfi, in un dialogo ricco e stimolante, che intreccia filosofia e teologia, economia e diritto. La prospettiva che emerge traccia un contributo efficace per un'etica civile in un tempo di crisi, invitando a esplorare percorsi inediti entro e oltre la modernità. Si tratta di prendere sul serio la democrazia, come orizzonte che esige da tutti/e e da ognuno/a una partecipazione attiva e responsabile.

Investe l'economia e la società, l'ambiente e le condizioni di vita, la democrazia e le relazioni sociali.La crisi rivela. Beni comuni per la democrazia di Laura Pennacchi - Alberto Bondolfi Dati bibliografici Settore: Attualità Tematica: ND Collana: Smart books 1a edizione 2015 Copertina: Brossura con risvolti Formato: 10,5 x 17,5 Pagine: 80 ISBN: 978-88-250-3885-9 In Libreria da Ottobre 2015 In breve. Alberto Lucarelli affronta un tema cruciale: il passaggio da un diritto pubblico verticistico, organicistico e fondato sulla rappresentanza a un diritto pubblico che si articola nella comunità e che cerca la sua ragione più profonda proprio nelle dinamiche sociali, nelle finalità di carattere generale, in quei beni comuni che sono gli elementi permanenti delle politiche pubbliche. Beni comuni per la democrazia è un libro di Pennacchi Laura e Bondolfi Alberto e Morandini S.

Cosa significa la massima «si scrive acqua, si legge democrazia»? Che il servizio idrico può e deve funzionare con erogazione gratuita a chiunque del minimo vitale giornaliero (50 litri a persona); ... Una scelta che permette anche di sperimentare nuove forme di democrazia partecipata nella gestione dei beni comuni che ha ricordato, Lucarelli, non è del comune ma dei cittadini e quindi l'amministrazione deve operare non come proprietario (seppur pubblico) dell'acqua ma come amministratore che deve rendere conto ai cittadini che sono i veri proprietari del bene comune Acqua. Martedì 16 aprile alle 16,30, il laboratorio dei beni comuni ha organizzato una conferenza pubblica, dal titolo "La democrazia dei beni comuni, nuove frontiere del diritto pubblico", che si ... I beni comuni non sono una categoria merceologica, né si riducono alle risorse naturali indispensabili alla vita, come l'acqua, l'aria, la biodiversità, ecc. Stefano Rodotà, che da tempo si occupa della materia, ha messo in guardia contro una tendenza a estendere la categoria di "bene comune" a cose che per loro natura non lo sono. Dalla battaglia per l'acqua pubblica alla democrazia dei beni comuni" di Marco Bersani, in questi giorni in libreria per le Edizioni Alegre.

LIBRI CORRELATI