Ricordo di un nonno molto amato

Ricordo di un nonno molto amato - Augusto Zumbo | Kritjur.org Siamo lieti di presentare il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza, scritto da Mauro Bonazzi. Scaricate il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 o in qualsiasi altro formato possibile su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Augusto Zumbo
DIMENSIONE
11,89 MB
NOME DEL FILE
Ricordo di un nonno molto amato.pdf
ISBN
7590916183595

DESCRIZIONE

Questo è il ricordo di un nonno molto amato. La vita di Francesco Patti si svolge lungo tutto il 1900. Medico in diversi ospedali della Sicilia, borsista presso il Pasteur nella Parigi di Maria Curie e della Belle Epoque, libero docente, Primario di ostetricia e ginecologia presso l'ospedale Vittorio Emanuele di Catania, scrittore in dialetto e lingue, viticultore per tradizione familiare, soldato e ufficiale nelle due guerre mondiali, la sua vita fa vedere in filigrana le vicende del suo paese. Questo libretto narra il suo ambiente, l'avventura della sua carriera da eminente uomo del Sud aperto all'Europa. I genitori ragazzini, i pazienti e i parenti curati e accuditi, amici e dipendenti, scrutati nei loro tratti caratteristici, scorrono davanti al lettore guardati con benevola ironia. L'autore ha scritto una piccola storia del Sud, filtrata attraverso quella di una famiglia e di un luogo. Questo libretto è un atto d'amore di un nipote molto amato al nonno, alla famiglia, alla Sicilia. A riprova che chi vive lontano porta sempre queste realtà nel cuore e le vive con tenerezza e nostalgia.

Vediamole insieme. Il sorriso di un nonno è uno dei tesori più grandi che possano esistere.

E' usanza e tradizione - per i parenti - richiedere la stampa di immagini o santini accompagnate da una piccola dedica o da una frase che possa alimentare in modo raffinato e semplice la memoria della persona scomparsa. Meraviglioso, complimenti al tuo Grande Nonno e al tuo Splendido Orologio, anch'io amavo e ammiravo molto il mio. Non mi ricordo di un nonno, ne di nonne..., sono morti che ero piccolo.

LIBRI CORRELATI