Fra storia e teologia: la visione del Cristo nel Nuovo Testamento

Fra storia e teologia: la visione del Cristo nel Nuovo Testamento - Luca Carbone | Kritjur.org Siamo lieti di presentare il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza, scritto da Mauro Bonazzi. Scaricate il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 o in qualsiasi altro formato possibile su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Luca Carbone
DIMENSIONE
5,49 MB
NOME DEL FILE
Fra storia e teologia: la visione del Cristo nel Nuovo Testamento.pdf
ISBN
7067242549903

DESCRIZIONE

In questo lavoro si vuole far capire al lettore, come gli studi storici e teologici sul Cristo siano ugualmente importanti per capire la figura del Cristo in tutta la sua complessità e come siano entrambi indispensabili a mostrare la credibilità della Sua divino-umanità come fondamento della fede e della speranza cristiana. Nella seconda parte del testo, esporrò il discorso sulla speranza cristiana, focalizzando l'attenzione su come sia importante il fatto che la speranza cristiana si fondi sulla divino-umanità del Cristo che è descritta nel NT in particolare dall'analisi dei titoli cristologici. Il tentativo prefissato è quello di far comprendere alla società secolarizzata come il Signore Gesù è il soggetto, la persona a cui orientare l'intera esistenza poiché Egli è presenza di liberazione e di salvezza per ognuno che lo accoglie nella propria vita. L'altro grande scopo è quello di dimostrare come proprio nel connubio storia-teologia, risiede la salvezza del genere umano.

Punti di incontro tra la teologia del Quarto Vangelo e il pensiero di Chiara Lubich: Bianchi Karin: Il ruolo narrativo di Maria alle nozze di Cana (Gv 2,1-11 ... La morte di Gesù sulla croce è il fatto più sicuro e indiscutibile del Nuovo Testamento. Le difficoltà nascono quando ci si chiede quale ne sia il significato e quali le conseguenze.

è stato dominato, sul versante cattolico, dalla neoscolastica e dalle in-novazioni teologiche legate ai nomi della nouvelle théologie - fra i quali Henri-Marie De Lubac, Marie-Dominique Chenu, Yves Congar - e a personaggi come Karl Rahner o Hans Urs von Balthasar. Uno dei punti di convergenza fondamentali fra la visione di La Pira e quella di Paolo VI penso che possa essere individuato nella teologia storia, concetto che la Pira evoca sovente nei suoi scritti riferendosi con preferenza, pur senza escludere altri autori come Daniélou, all'opera di Vito Fornari, autore molto amato anche da Paolo VI e sua documentata fonte per l'elaborazione della ... Nel Nuovo Testamento questo termine non è molto frequente: si trova trentatré volte, di cui sei con la specificazione di 'nuova alleanza'. Determinante e fondamentale per il rapporto fra Dio e il popolo d'Israele e tutti gli uomini è nel Nuovo Testamento la persona di Gesù, la sua opera e il suo destino. La croce cristiana nei primi secoli.

LIBRI CORRELATI