La battaglia di Anghiari 1440. Archeologia e storia di un campo di battaglia. Ediz. illustrata

La battaglia di Anghiari 1440. Archeologia e storia di un campo di battaglia. Ediz. illustrata - Pierluigi Romeo Di Colloredo Mels | Kritjur.org Leggi il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 sul tuo smartphone. E molto altro ancora su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Pierluigi Romeo Di Colloredo Mels
DIMENSIONE
12,71 MB
NOME DEL FILE
La battaglia di Anghiari 1440. Archeologia e storia di un campo di battaglia. Ediz. illustrata.pdf
ISBN
7798251503481

DESCRIZIONE

Il 29 Giugno 1440, giorno di San Pietro, gli eserciti di Firenze e di Milano, guidati da Michelotto Attendolo e Giampaolo Orsini e da Niccolò Piccinino, si fronteggiarono nella pianura sotto Anghiari (indicata ancora adesso come "Piana della Battaglia"). Lo scontro si concluse al termine della giornata con la vittoria dei Fiorentini. La battaglia di Anghiari fu cruciale nella storia non solo della Toscana ma di tutta l'Italia del Rinascimento, e per la civiltà europea: quando il Duca di Milano abbandonò i territori in seguito alla sua sconfitta, Firenze e Cosimo de'Medici poterono approfittare della situazione per stabilizzare il proprio potere ed il proprio dominio sull'area. Questa fu considerata una delle vittorie definitive per Firenze che consolidò il proprio potere sulla Toscana, arrestando per sempre l'espansionismo visconteo verso l'Italia centrale, e ponendo le basi per la diffusione della cultura umanistica che dalla città gigliata sotto la protezione della Signoria Medicea si irradierà in tutta Europa, mentre Milano resterà per sempre confinata nella sua pianura, iniziando la propria decadenza che meno di un secolo dopo vedrà la fine dell'indipendenza ambrosiana...

Infatti già da molti anni la penisola era scossa dagli scontri fra due coalizioni orbitanti attorno ai due stati più egemonici, cioè il ducato di Milano, retto dalla famiglia dei Visconti, e la repubblica di ... La battaglia di Anghiari 1440. Archeologia e storia di un campo di battaglia.

Fonti, metodologie, interdisciplinarità, prospettive. Atti del 23º Congresso internazionale (Torino, 21-26 settembre 1998) Nel giovane cavaliere della Battaglia di Anghiari, proprio l'immagine dell'ariete - figurazione leonardesca che sostituisce sul piano iconografico il tradizionale gorgonéion - si correla ai ricci caprini del corsetto, che ben rievocano la presenza tutelare dell'egida, in una materializzazione della potenza divina, sottesa a incutere timore e disseminare ovunque terrore. Subito dopo la battaglia di Anghiari, il 1° luglio 1440, anche lo Scarampo divenne cardinale (nota 46).

LIBRI CORRELATI