Figli di terracotta

Figli di terracotta - KATIA DEBORA MELIS | Kritjur.org Leggi il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 sul tuo smartphone. E molto altro ancora su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
KATIA DEBORA MELIS
DIMENSIONE
8,60 MB
NOME DEL FILE
Figli di terracotta.pdf
ISBN
1944549735001

DESCRIZIONE

Due importanti lemmi linguistici coniugati a costituire una sembianza al contempo astratta e concreta costituiscono il titolo integrale della nuova silloge poetica di Katia Debora Melis, Figli di terracotta. Da una parte i "figli" richiamano quella corporeità di immagini legata al senso concreto dell'esistenza e di un vissuto che si tramanda nel corso delle generazioni mediante l'atto riproduttivo (una sorta di palingenesi continua dell'umanità), dall'altra, la "terracotta" quale materiale che esiste non in quanto naturale (come può esserlo la roccia lavica o lo zolfo) ma quale prodotto di lavorazione dell'uomo ci introduce immancabilmente a un universo plastico caratterizzato per la fragilità della materia, per la connaturata finezza dello stesso soggetta a un deterioro e che necessita, dunque, di una maneggiabilità attenta, se non addirittura severa e rigorosa.

Si è cercato di avere il meglio del mercato, infatti questi manufatti in TERRACOTTA vengono ancora oggi prodotti a mano da persone che lo fanno ancora oggi, a distanza di secoli artigianalmente a mano. Santiago De Martino, il figlio di Belen Rodriguez si trucca da "zio" Ignazio Moser ... esercito di terracotta .

Siamo noi." Niente di più fragile, dunque, niente di più caduco - e, sotto certi aspetti, meno nobile - della natura umana, soggetta di per se stessa a smarrirsi e incrinarsi tra le burrasche della vita. Figli di terracotta, è una raccolta poetica di Katia Melis, che fin dai primissimi versi, fa trasparire una vena malinconica e di rassegnazione, per l'evidenza che in questo universo, alcune cose sono avvenute e ce le siamo trovate sul nostro cammino senza poter fare niente, se non accettarle, manifestando così un vago senso d'impotenza, come nelle righe prima accennate. RIFLESSIONI MINIME SU "FIGLI DI TERRACOTTA" di KATIA DEBORA MELIS - Ediz. THOTH (2016) Immaginiamo di trovarci di fronte un grande casale costituito da 5 ampie stanze: ' Contemporanea', ' De malo e bono' (il buono dal cattivo), ' Medicamina' (farm... Acquista il libro Figli di terracotta di Katia D.

LIBRI CORRELATI