- Anna Hope | Kritjur.org Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza PDF, TXT, FB2. Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza ePUB. Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza MOBI. Il libro è stato scritto il 2020. Cerca un libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Anna Hope
DIMENSIONE
3,41 MB
NOME DEL FILE
.pdf
ISBN
6452999751446

DESCRIZIONE

Ella Fay, una giovane operaia senza famiglia, viene ricoverata contro la sua volontà nel manicomio di Sharston nello Yorkshire solo perché, in seguito a un banale moto di stizza, ha rotto accidentalmente il vetro di una finestra nella filanda dove lavora dall’età di dodici anni. Siamo in piena epoca vittoriana e non capita di rado che le persone vengano internate per i motivi più futili e sbagliati. Nell’edificio in cui è rinchiusa, uomini e donne vivono in padiglioni separati, ma ogni settimana il direttore, che crede nel potere curativo della musica, organizza un ballo al quale possono partecipare entrambi i sessi. È così che Ella e John, un irlandese schivo e taciturno ma dall’animo gentile e romantico, si innamorano. Riuscirà a sopravvivere il loro amore, nonostante un avverso destino? Ispirata alla storia del suo trisavolo, grazie a una prosa elegante e coinvolgente, l’autrice ci racconta come, anche in un luogo di sofferenza e reclusione, sia possibile sognare una vita diversa.«Un libro che si legge d’un fiato, che trasporta il lettore in un altro tempo, in un altro luogo, dentro la fantasia di un’autrice di enorme talento».Irish Independent«La versione inglese di Qualcuno volò sul nido del cuculo».The Times«La scrittura è elegante e arguta, le descrizioni delle emozioni e del paesaggio sono meravigliose».The ObserverAnna Hope, autrice e attrice, è nata a Manchester e ha studiato presso la Oxford University e la Royal Academy of Dramatic Art. La sala da ballo, il suo secondo e acclamato romanzo, si ispira alla storia del suo trisnonno, che fu ricoverato in un manicomio molto simile a quello descritto nel romanzo. La Hope vive a Londra con la sua famiglia, ma appena può si rifugia sulle montagne del Galles, dove ama passeggiare.
LIBRI CORRELATI