Due allegri indiani (I)

Due allegri indiani (I) - J. Rodolfo Wilcock | Kritjur.org Siamo lieti di presentare il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza, scritto da Mauro Bonazzi. Scaricate il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 o in qualsiasi altro formato possibile su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
J. Rodolfo Wilcock
DIMENSIONE
11,59 MB
NOME DEL FILE
Due allegri indiani (I).pdf
ISBN
3380437031031

DESCRIZIONE

Nel 1973, quando apparve da Adelphi "I due allegri indiani", l'aggettivo demenziale non era ancora entrato nel lessico della critica italiana, né letteraria né cinematografica né musicale: il primo film dei Monty Python sarebbe stato distribuito solo un anno dopo, "Hellzapoppin'", "La guerra lampo" dei fratelli Marx erano noti a una sparuta minoranza di cinefili, e gli unici esempi di " demenzialità " che venissero proposti alle italiche genti erano i personaggi di "Alto gradimento". Per di più Rodolfo Wilcock era un ospite assai singolare della nostra letteratura - per non dire un alieno. Cresciuto alla scuola di Borges, già autore di parecchi libri nel suo Paese, si era reinventato come scrittore in una lingua, l'italiano, che aveva a sua volta reinventato con una estrosità, o meglio, una sfrenatezza, paragonabile solo a quella che Nabokov aveva inoculato nella lingua inglese. Forse per questo ci sono voluti anni prima che Wilcock venisse riconosciuto per quello che è: un maestro del fantastico e del grottesco - e un maestro della prosa italiana. "I due allegri indiani" si potrebbe definire un " romanzo rivista", nel doppio senso della parola: 1, perché è articolato nei trenta numeri della rivista "Il Maneggio", diretta e redatta dal protagonista del romanzo stesso, che muta continuamente nome; 2, perché ogni numero di questa rivista è come un susseguirsi esilarante di sketch di avanspettacolo, il cui autore fosse però un letterato abilissimo, un genio della satira.

L'opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall'acquisto, anzi dovrà spingerci ad ... I due allegri indiani, del 1973, era operina un po' dimenticata anche se alla sua uscita aveva stimolato la curiosità di molti e soprattutto aveva determinato l'affiancamento dello scrittore italo-argentino alla migliore tradizione comica de chisto paese d'o sole: pensiamo, come abbiamo già fatto per il nostro classico Frassineti, a Malerba, Campanile, Cavazzoni e in seguito Villaggio. Le tre stimmate di Palmer Eldritch I due allegri indiani Philip K. Dick Juan Rodolfo Wilcock.

di Chiara Gulino / 30 maggio 2011. Se siete dei lettori che amate i romanzi tradizionali con una trama sì avvincente ma piuttosto lineare e odiate tutto ciò che esce fuori dagli schemi e fugge qualsiasi tipo di classificazione, allora I due allegri indiani (Adelphi 2011, ... I due allegri indiani - J.

LIBRI CORRELATI