Piacere e la noia (Il)

Piacere e la noia (Il) - Pedro Zarraluki | Kritjur.org Leggi il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 sul tuo smartphone. E molto altro ancora su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Pedro Zarraluki
DIMENSIONE
10,59 MB
NOME DEL FILE
Piacere e la noia (Il).pdf
ISBN
1312137180758

DESCRIZIONE

Giovane avvocato a Barcellona, Ricardo vive giorni difficili - Clara, la sua donna, lo ha piantato di punto in bianco - quando riceve una telefonata di Cristina, sua madre. Tomàs, suo padre, annuncia Cristina, è sparito lasciando uno strampalato biglietto in cui ha manifestato l'intenzione di raggiungere il Tibet. Una prospettiva davvero bizzarra per un uomo che, al tramonto della propria vita sessuale, ha commesso la stupidaggine di abbandonare la moglie per mettersi con una donna molto più giovane e ritrovarsi poi solo come un cane in uno squallido monolocale, seduto, come un vecchio risentito e debole, davanti al televisore. Cristina riferisce qualche tempo dopo a Ricardo che la polizia ha rintracciato la Opel di Tomàs in un paesino a nord di Girona, e intima al figlio di mettersi sulle tracce del vecchio genitore. Ricardo raggiunge in macchina il villaggio, e nel giro di qualche ora ritrova Tomàs. O, meglio, ritrova fisicamente suo padre, ma stenta quasi a riconoscerlo. Del vecchio, malandato Tomàs non vi è più traccia. Al cospetto di Ricardo si presenta un uomo gioviale, circondato da amici straordinari: Lola, una maitresse anarchica; Marcelo, il grassone che legge continuamente i classici della letteratura a Paquita, la sua compagna cieca che passa le ore seduta davanti alla porta di casa, Irene, bella e formosa, con un'animalità primordiale nei movimenti; Maria dal piacevole sguardo sfuggente; e la bellissima Barbara Baldova...

Ecco la teoria del piacere di Leopardi spiegata punto per punto, analisi del suo rapporto con la poetica e il pensiero, e una lettura dallo Zibaldone Dopo il piacere subentra la noia o altri dolori. Mentre possono esserci sequenze di dolori, non possono mai esserci sequenze di piacere perché questo piacere è derivato ed istantaneo. Il piacere viene inteso quindi come cessazione del dolore.

Lo stile di Zarraluki è armonioso, rilassante e, anche quando sembra girare troppo intorno alle cose, in realtà ci accompagna per mano in quel viaggio che, proprio perché è una presa di coscienza, deve essere lento prima di giungere alla meta. La noia è un sentimento importantissimo per l'umanità. E' per battere la noia che l'uomo ha iniziato a fantasticare con la mente, ad uscire dal proprio guscio di puro istinto.

LIBRI CORRELATI