Il neopelagianesimo

Il neopelagianesimo - Giuliano Zanchi | Kritjur.org Siamo lieti di presentare il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza, scritto da Mauro Bonazzi. Scaricate il libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza in formato PDF, TXT, FB2 o in qualsiasi altro formato possibile su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Giuliano Zanchi
DIMENSIONE
9,99 MB
NOME DEL FILE
Il neopelagianesimo.pdf
ISBN
8729365602630

DESCRIZIONE

Nelle omelie di Santa Marta, divenute ormai il luogo di un magistero umile e feriale, ma anche nell'Evangelii gaudium e nella Gaudete et exsultate, papa Francesco spesso ci mette in guardia dalla tentazione di essere oggi un po' "pelagiani" o meglio "neopelagiani". Cosa vuole dire il Papa con il richiamo a questa antica eresia? Pelagio, monaco cristiano vissuto tra il IV e il V secolo, riteneva l'uomo capace di meritare la salvezza con le sue sole forze, senza l'ausilio della grazia. Rapportata al vivere ecclesiale odierno, questa concezione dell'uomo e del suo rapporto con Dio potrebbe portare la Chiesa a confidare più nelle sue strutture che nel primato della grazia, a cui Francesco ha dato il nome di «misericordia». A questa riduzione del cristianesimo antica, ma sempre nuova, il Papa, come ben dimostra il presente volume, contrappone la centralità del compito «pastorale», con una Chiesa chiamata a favorire in tutti i modi possibili l'incontro fra Cristo e l'uomo e non semplicemente a «regolarlo» con delle norme.

Il documento è firmato da mons. Neopelagianesimo, Chiesa e contemporarenità. Ma tutto questo cosa c'entra con lo stato attuale della Chiesa? Che il richiamo del papa non sia solo un vezzo da esegeta o da storico lo testimonia un libro di Giuliano Zanchi, pubblicato dalle edizioni San Paolo col titolo Il neopelagianesimo (pagine 126, euro 10). Il neo-pelagianesimo secondo Francesco La Lettera si riferisce, senza citarlo per esteso, al discorso del Papa a Firenze ai rappresentanti del V Convegno nazionale della Chiesa italiana, il 10 novembre 2015. Il neopelagianesimo mina alla radice la santità Da sempre, cioè fin dalle sue origini con Adamo ed Eva, l'uomo, lasciando briglia sciolta alla sua libertà, ha voluto dimenticare Dio, considerandolo insignificante agli effetti del senso del suo esistere. Giuliano Zanchi così interpreta la denuncia ricorrente di papa Francesco contro le tendenze neopelagiane, nel volume Il neopelagianesimo (San Paolo, Cinisello Balsamo - Milano 2018).

Percorso di lettura del libro: Teologia, Pastorale. Post su neopelagianesimo scritto da cronicasdepapafrancisco e kattolika. §3.

LIBRI CORRELATI