Lettere alla moglie. Dai fronti greco-albanese, russo, tunisino e dalla prigionia 1940-1944

Lettere alla moglie. Dai fronti greco-albanese, russo, tunisino e dalla prigionia 1940-1944 - Giovanni Messe | Kritjur.org Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza PDF, TXT, FB2. Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza ePUB. Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza MOBI. Il libro è stato scritto il 2020. Cerca un libro di Creature di un sol giorno. I greci e il mistero dell'esistenza su kritjur.org.

INFORMAZIONE

AUTRICE/AUTORE
Giovanni Messe
DIMENSIONE
3,63 MB
NOME DEL FILE
Lettere alla moglie. Dai fronti greco-albanese, russo, tunisino e dalla prigionia 1940-1944.pdf
ISBN
6690825879381

DESCRIZIONE

«La guerra è fatta di alti e bassi e non è degno di vincerla chi non sa trovare le energie sufficienti e la volontà feroce per rovesciare a proprio vantaggio la situazione meno vantaggiosa» (12 dicembre 1940). Dagli archivi familiari riemerge l'epistolario privato, finora inedito, tra il generale Giovanni Messe e la moglie Maria. Si tratta di lettere che il generale e ultimo Maresciallo d'Italia spedì dai fronti greco-albanese, russo, tunisino, ma anche dalla prigionia in Inghilterra, da Roma nel 1942 e da Salerno nel 1944 quando era Capo di Stato Maggiore generale. Una documentazione che, oltre a mostrare il lato umano e privato di uno dei protagonisti della Seconda guerra mondiale, consente di scoprire i retroscena di momenti cruciali della nostra storia che il generale racconta fuori dall'ufficialità all'amata moglie. Introduzione di Maria Teresa Giunti.

Sconto 5% e Spedizione gratuita per ordini superiori a 25 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Ugo Mursia Editore, collana Testimonianze fra cronaca e storia, brossura, novembre 2018, 9788842560135. Lettere alla moglie.

Dai fronti greco-albanese, russo, tunisino e dalla prigionia 1940-1944 PDF DESCRIZIONE «La guerra è fatta di alti e bassi e non è degno di vincerla chi non sa trovare le energie sufficienti e la volontà feroce per rovesciare a proprio vantaggio la situazione meno vantaggiosa» (12 dicembre 1940). Dagli archivi familiari riemerge l'epistolario privato, finora inedito, tra il generale Giovanni Messe e la moglie Maria. Si tratta di lettere che il generale spedì dai fronti greco-albanese, russo, tunisino, ma anche dalla prigionia in Inghilterra e da Salerno nel 1944 quando era Capo di Stato Maggiore generale. Lettere alla moglie.

LIBRI CORRELATI